Conviviamo ormai da mesi con le mascherine protettive, comportamento indispensabile per il contenimento del Covid-19, ma il loro uso prolungato purtroppo può provocare conseguenze “fastidiose” per la nostra pelle, specialmente per chi le usa per molte ore al giorno.

Il costante contatto, lo sfregamento, l’umidità derivata dal respiro, il sudore e l’oleosità della pelle può innescare la comparsa di irritazioni, rossore, prurito e per i soggetti più “predisposti” può provocare l’ostruzione dei pori e la comparsa di acne e punti neri (pelli miste e grasse) e/o addirittura dermatiti da contatto.

Va precisato che sotto la mascherina soffre anche la pelle secca perché la condensa può far evaporare ulteriormente l’idratazione, togliendo l’acqua di cui ha bisogno.

A tal proposito è stato anche coniato un nuovo termine per indicare questo tipo di acne di “nuova generazione”: MASKNE.

Insomma una vera e propria “tragedia” per la nostra povera pelle 😛

Ma per fortuna per poter prevenire o trattare le irritazioni da mascherina basta seguire alcuni semplici accorgimenti:

  1. Il primo alleato è sicuramente una buona skin-care quotidiana con accurata detersione del viso mattina e sera.
  2. Utilizzare prodotti sebo-regolatori dalla texture leggera per pelli miste/grasse o prodotti idratanti ed emollienti per pelli secche mentre in caso di arrossamenti utilizzare prodotti lenitivi e riparatori.
  3. Esfolia la pelle con un peeling e applica una maschera purificante 1 volta a settimana
  4. Se si utilizzano mascherine monouso cambiarle frequentemente mentre se si utilizzano mascherine “riutilizzabili” è consigliato lavarle ogni giorno.

Spero che i miei consigli vi siano utili.

Il “segreto” è sempre trattare nel modo giusto e con i giusti accorgimenti la nostra pelle nella quotidianità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.